Archivi categoria: Castelli & Fortezze

CASTELLI APERTI A STRASSOLDO

Nella #verde pianura friulana, dove affiorano abbondanti le #acque di risorgiva, sono nascosti i millenari #castelli di Strassoldo di Sopra e di Sotto, testimoni discreti degli avvenimenti storici più importanti che plasmarono nei secoli l’angolo più a #nordest d’Italia. Persa ogni velleità difensiva ed ingentiliti dal tempo, i manieri si presentano oggi come due pacifiche gentildonne di campagna, cinte da un borgo medievale ed immersi in parchi secolari, baciati da limpidi corsi d’acqua.

CartolinaPrim18_FronteA rendere i castelli accessibili anche ai singoli visitatori ci pensano da 20 anni le proprietarie, che in primavera ed in autunno organizzano delle giornate di “castelli aperti” e presentano questi suggestivi beni culturali immobili come cornici d’eccezione per dei beni culturali mobili selezionati, formando un cocktail riuscito ed ormai molto atteso dal pubblico più esigente.

IMG_8567_resize1I week-end del 24 e 25 marzo 2018 e del 20 e 21 ottobre 2018 i manieri saranno aperti dalle 9 alle 19 ed i visitatori potranno fare un magico viaggio su per le antiche scale, lungo i saloni e nei giardini alla scoperta degli interni del Castello di Sotto, con relativo Foladôr, degli interni del Castello di Sopra con relativo parco, Pileria del riso, Cancelleria, Vicinìa e Brolo, dove maestri artigiani, artisti, antiquari e vivaisti selezionatissimi presenteranno le loro nuove collezioni.

IMG_8537_resize1Nel cortile del castello di Sopra un ottimo catering proporrà piatti locali di stagione e non mancherà musica antica d’arpa e visite guidate gratuite al borgo castrense ed a quello di Santa Maria in Vineis.

Pur non chiedendo alcun contributo pubblico, le organizzatrici hanno sempre fatto cadere sul territorio circostante i frutti di questa attenta valorizzazione dei manieri ed anche questa volta diverse associazioni del villaggio allestiranno dei chioschi enogastronomici, senza pagare alcuna quota agli organizzatori e tutti i ristoratori e albergatori della zona verranno segnalati nella massiccia promozione degli eventi.

 Biglietti:

€ 12: biglietto unico per 6 aree (interni due castelli, Foledôr, Cancelleria, Pileria e giardini castello di Sopra/area vivaisti). Fino a 6 anni bimbi gratis. € 6 bimbi 6 – 12 anni. € 10 gruppi di almeno 20 persone.

FONTE: http://castellodistrassoldo.it/blog/prossima-apertura-dei-castelli-di-strassoldo-21-e-22-ottobre-2017-dalle-9-alle-19/

Fortificazione romana di Lanišče

Fortificazione romana di Lanišče
Fortificazione romana di Lanišče

l primo sistema di difesa di Hrušica era la fortificazione a Lanišče con le mura difensive sul versante orientale di Hrušica. La fortificazione di Lanišče era solida, fatta di pietre squadrate, all’interno della quale si trovavano costruzioni di legno in cui viveva la guarnigione stabile. Gli abitanti della fortificazione si approvvigionavano di acqua alla sorgente nella valle subito a sinistra della fortificazione. Oggigiorno il ruscello e privo d’acqua, ma e ancora visibile il suo antico corso. Il nucleo del sistema di difesa di Hrušica si trovava sulla cima del monte. Gli Antichi Romani denominarono questa fortificazione Ad pirum. Secondo alcuni il nome deriverebbe dal latino e significherebbe “vicino al pero”, secondo altri invece il nome avrebbe un’origine greca e starebbe a significare “vicino al fuoco”.
La fortificazione Ad pirum era grande e composta da piu unita, mentre nella valle a ovest c’era abbastanza spazio per l’insediamento di un vero e proprio esercito. La fortificazione in alto di Hrušica proteggeva il passaggio attraverso le montagne e allo stesso tempo fungeva da retrovia e supporto alle linee di difesa antistanti. E del tutto giustificato credere che il suo capitano fosse anche a capo dell’intera linea di difesa. (FONTE:http://www.slovenia.info/)

 

Castello di Soave

Castello di Soave
Castello di Soave

Il castello scaligero di Soave, già appartenuto al casato dei Della Scala, è una fortificazione che ha segnato la storia della cittadina della provincia di Verona.Caduto in stato di abbandono, dopo essere stato ridotto a fattoria, è stato sottoposto a restauro nel 1890 dal senatore del Regno Giulio Camuzzoni – sindaco di Verona dal 1867 al 1883 – che ne divenne proprietario.È raggiungibile a piedi da piazza Antenna oppure percorrendo la strada asfaltata che sale a nord del paese.

La Torre di difesa a Podpeč

La torre di difesa a Podpeč
La torre di difesa a Podpeč

Sopra il villaggio si trova, in cima ad uno sperone roccioso, la torre di difesa veneziana che, insieme alla grotta fortificata sotto di essa, denominata Grad, rappresentava un importante caposaldo militare già ai tempi degli attacchi da parte degli ungheresi (1411), ma soprattutto nel periodo delle incursioni turche (1470-1501) e delle guerre tra Venezia e gli Asburgo all’inizio del XVI secolo. I triestini, nell’aiutare l’esercito imperiale, cercarono invano di conquistare la torre nel 1513, pertanto questa rimase sotto l’autorità di Venezia fino alla sua caduta nel 1797. La torre circolare di quattro piani fu costruita con blocchi di pietra bianca con inserti di pietra arenaria. È alta circa 17 m e si conclude con un tetto a falda unica, originariamente ricoperto di lastre di pietra. Nel 1988 fu quasi interamente ricostruita, riportandola al suo stato originario, e oggi dalla torre si gode di una splendida vista sulla valle del Rižana (Risano) e sul Golfo di Capodistria. ( FONTE:slovenia.info )

 

Črnkalski Grad

 

 

Il castello sul ciglione roccioso sovrastante l’attuale paese, di origine baronale, fu fatto erigere proprio dal Margravio d’Istria, Urlico I della casa Weimar – Orlamünde, nell’XI secolo, a difesa della regione, essendo a cavallo dell’importante strada che dalla valle del Risano portava all’altipiano carsico, e per secoli svolse il suo ruolo di roccaforte (FONTE:wikipedia)

Castello di Dobrovo

Slovenia

 

A Dobrovo si trova un vecchio castello, di cui però ne sono rimaste solo le fondamenta, sopra le quali, al principio del XVII secolo,
venne costruito un nuovo castello in stile rinascimentale a base quadrata con una torre ad ogni angolo, rimasto fino ai tempi nostri
intatto nel suo aspetto esteriore. Oggi è ritenuto uno dei più bei castelli del Goriziano. Il muro di cinta, eretto presumibilmente
durante le Guerre gradiscane (1615 – 1617), fu trasformato, quando la minaccia di Venezia finalmente terminò, in un portico, una delle
torri invece in una cappella, dedicata a S. Antonio di Padova. Nella cappella si può visitare l’esposizione permanente degli affreschi
gotici, originali e copie trovate sul territorio del Litorale Settentrionale.I primi proprietari del castello furono quasi certamente i Colloredo. Alla fine del XVIII secolo il castello passò alla famiglia deCatteriniErzberg di Gorizia, più tardi a quella dei marchesi
di Montecuccoli. Nel 1872, in seguito alle nozze del conte de Baguer con l’ultima discendente della famiglia Catterini, il possedimento
finí nelle mani della famiglia Baguer.Al primo piano è possibile visitare il Salone dei cavalieri con gli stemmi delle famiglie nobili
più note, proprietarie del castello. In essa si è anche conservata una pittura murale del XVII secolo che rappresenta un attacco navale
di una città. Nel Salone dei cavalieri si svolgono diversi concerti e manifestazioni di altro genere. Interessante è pure la Sala di caccia.
Clemente Del Neri l’ ha ornata nel 1894 di pitture murali rappresentanti i possedimenti del conte Baguer. Le opere del noto pittore possono essere ammirate anche sulla scalinata.Il ricco passato storico-culturale accresce con la Galleria delle opere grafiche del pittore di fama mondiale Zoran Mušič nativo di Brda e con parte della raccolta di oggetti dell’ultimo proprietario del castello, del conte Baguer. Ogni tanto nelle sale vengono organizzate anche altre mostre, e nel cortile diverse manifestazioni culturali. Al pianoterra e nella cantina ad arcate in pietra ci si può concedere una ricca cena degustando vini di qualità. (FONTE:slovenia.info)

 

Schloss Moosburg

Austria

 

Schloss Moosburg è situato su una collina a ovest della città di Moosburg e ad est del vecchio Arnulfsfeste (castello Hetzel) Dall’inizio del 16 ° secolo Schloss Moosburg era in possesso della nobile famiglia dei Ernauer. Il Castello in stile tardo gotico è stata probabilmente costruito da Georg von Ernau († 1541) da Ulrich II .Nel 1994 è stato restaurato l’interno del castello nel 1995 e’ diventato Ristorante , attualmente il palazzo è adibito ad albergo, ristorante per matrimoni e celebrazioni.(FONTE:Wikypedia)

Castello di Landskron

Austria

 

Le rovine del castello di Landskron dominano la strada che porta al lago Ossiacher See. Il complesso era originariamente uno splendido edificio rinascimentale circondato da una doppia cinta muraria e da sette torri. Oggi è popolato da falchi e aquile. (FONTE: http://www.tripwolf.com)

Torre di Ravbar

Slovenia

 

La Torre di Ravbar o Castello piccolo. Dell’imponente castello di una volta è rimasta soltanto una torre rotonda di più piani. Al suo interno c’è il meraviglioso soffitto costolato, nel cortile, invece, si trova il pozzo abbandonato. Il castello servì per la difesa dell’arteria stradale che da sempre collego il litorale adriatico e la conca di Ljubljana. Secondo Valvasor, nel XI secolo i Neuhaus avrebbero rianimato le rovini, costruendo il nuovo castello Kleinhausel o Castello piccolo (Valvasor 1877, 309). D’altra mano, J. Katern da Planina sentì che i fondamenti della torre del Castello piccolo risalgono all’epoca romana e che tra la torre, attraverso la valle, e la strada ci fu stato un muro le cui parti sarebbero state utilizzate per la costruzione di strade. In quest’area avrebbe trovato anche alcune punte di metallo delle lance, oggi conservate dal Museo della Notranjska. (Fonte:http://zelenikras.si)