Castelli Aperti 2019

L’iniziativa è rivolta al visitatore individuale che desidera scoprire alcuni dei castelli più belli della Regione, dietro i loro portoni i loro segreti: magnifici giardini, saloni ricchi di arte, storia e memorie d’altri tempi. Sulle antiche scale di affascinanti castelli medioevali, potrete essere accolti personalmente dai proprietari, ciceroni d’eccezione, oppure da professionali guide turistiche; insieme a loro, ritornerete indietro nel tempo scoprendo un patrimonio storico finora nascosto.

Le visite guidate partiranno all’inizio di ogni ora nei giorni indicati all’interno del depliant.

L’ingresso ad ogni singolo castello è di 7 euro (bambini dai 7 ai 12 anni 3,5 euro)
Programma completo: Castelli Aperti Aprile 2019

FONTE: http://www.prolocoregionefvg.it/evento/castelli-aperti-2019/

Aspettando il Natale 2018

Come ogni anno in Friuli-Venezia-Giulia si svolgono interessanti Mercatini e Manifestazioni Natalizia.

 

A Grigno una passerella rende unica la ciclabile

Inaugurata ieri pomeriggio l’opera che unisce i due tratti di pista: ha una base   in acciaio con un tavolato realizzato riciclando circa 600 mila bottiglie di plastica

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO

Il nuovo ponte sulla ciclabile del Brenta

E' stato inaugurato oggi pomeriggio a Grigno in Valsugana il nuov otratto di pista ciclabile che comprende un ponte molto particolare.Tiziana Raffaelli

Pubblicato da TGR RAI – Trentino su Martedì 17 luglio 2018

 

 

CASTELLI APERTI A STRASSOLDO

Nella #verde pianura friulana, dove affiorano abbondanti le #acque di risorgiva, sono nascosti i millenari #castelli di Strassoldo di Sopra e di Sotto, testimoni discreti degli avvenimenti storici più importanti che plasmarono nei secoli l’angolo più a #nordest d’Italia. Persa ogni velleità difensiva ed ingentiliti dal tempo, i manieri si presentano oggi come due pacifiche gentildonne di campagna, cinte da un borgo medievale ed immersi in parchi secolari, baciati da limpidi corsi d’acqua.

CartolinaPrim18_FronteA rendere i castelli accessibili anche ai singoli visitatori ci pensano da 20 anni le proprietarie, che in primavera ed in autunno organizzano delle giornate di “castelli aperti” e presentano questi suggestivi beni culturali immobili come cornici d’eccezione per dei beni culturali mobili selezionati, formando un cocktail riuscito ed ormai molto atteso dal pubblico più esigente.

IMG_8567_resize1I week-end del 24 e 25 marzo 2018 e del 20 e 21 ottobre 2018 i manieri saranno aperti dalle 9 alle 19 ed i visitatori potranno fare un magico viaggio su per le antiche scale, lungo i saloni e nei giardini alla scoperta degli interni del Castello di Sotto, con relativo Foladôr, degli interni del Castello di Sopra con relativo parco, Pileria del riso, Cancelleria, Vicinìa e Brolo, dove maestri artigiani, artisti, antiquari e vivaisti selezionatissimi presenteranno le loro nuove collezioni.

IMG_8537_resize1Nel cortile del castello di Sopra un ottimo catering proporrà piatti locali di stagione e non mancherà musica antica d’arpa e visite guidate gratuite al borgo castrense ed a quello di Santa Maria in Vineis.

Pur non chiedendo alcun contributo pubblico, le organizzatrici hanno sempre fatto cadere sul territorio circostante i frutti di questa attenta valorizzazione dei manieri ed anche questa volta diverse associazioni del villaggio allestiranno dei chioschi enogastronomici, senza pagare alcuna quota agli organizzatori e tutti i ristoratori e albergatori della zona verranno segnalati nella massiccia promozione degli eventi.

 Biglietti:

€ 12: biglietto unico per 6 aree (interni due castelli, Foledôr, Cancelleria, Pileria e giardini castello di Sopra/area vivaisti). Fino a 6 anni bimbi gratis. € 6 bimbi 6 – 12 anni. € 10 gruppi di almeno 20 persone.

FONTE: http://castellodistrassoldo.it/blog/prossima-apertura-dei-castelli-di-strassoldo-21-e-22-ottobre-2017-dalle-9-alle-19/

Centro visite Gradina

L’area protetta con i suoi 726 ha di estensione interessa 3 comuni della Provincia di Gorizia: Doberdò del Lago (Doberdob), Monfalcone e Ronchi dei Legionari. L’elemento caratterizzante di questa Riserva è la presenza di due grandi depressioni carsiche (polje) ospitanti due laghi separati da rilievi calcarei . Poichè il Carso è impostato su calcare, roccia carbonatica molto permeabile, tutto il territorio manca di un’idrografia superficiale essendo l’acqua confinata nel sottosuolo. Conseguentemente la presenza dei laghi contrasta la circostante aridità e permette lo sviluppo di ecosistemi tipici delle zone umide normalmente assenti su tutto il Carso, che conferiscono all’area protetta un elevato grado di biodiversità.

Percorrendo i sentieri di quest’area protetta si ha quindi la possibilità di osservare il passaggio da habitat di ambienti aridi, come i prati di landa o i campi solcati, a quelli di zone umide che circondano i laghi.

Sul colle M. Castellazzo, che si eleva sopra il lago di Doberdò, si trova il Centro visite Gradina nel cui Museo il visitatore ha modo di ripercorrere, anche attraverso strumenti interattivi, gli aspetti storici e naturalistici della Riserva e del Carso.

La struttura dispone anche di un bar , di un ristorante e di un’accogliente foresteria con 20 posti letto.

Il Centro visite e il Paludario sono gestiti dalla Cooperativa Rogos che organizza anche attività didattiche con le scuole, escursionistiche, di divulgazione scientifica e mostre d’a rte.


Link:
 www.riservanaturalegradina.com

CENTRO VISITE “GRADINA”
VIA VALLONE 32
34070 DOBERDO’ DEL LAGO

TEL/FAX 0481 784111
CELL 333 4056800
E-MAIL infogradina@libero.it
INDIRIZZO INTERNET www.gradina.it

Un nuovo modo di vivere la Natura